3 - Obbligo di fattura elettronica per i forfettari dal 1 gennaio 2024

Riprendendo la nostra precedente circolare in merito all’oggetto si ricorda a per tutti i soggetti forfetari che, a decorrere dalle fatture emesse dal 1° gennaio 2024, vi è l’obbligo della modalità elettronica, sempre senza alcuna rilevanza ai fini Iva.

Tali soggetti dovranno altresì preoccuparsi di provvedere alla trasmissione delle fatture al sistema di interscambio dell’agenzia delle entrate.

Si ricorda altresì che le fatture dovranno sempre essere emesse senza l’indicazione della ritenuta d’acconto Irpef posto che i forfetari lavoratori autonomi non sono soggetti alla citata ritenuta.

Pare opportuno precisare che l’incasso, nel corso del 2023, di ricavi o compensi superiore a € 85.000,00 comporta per il soggetto forfetario l’uscita dal regime a decorrere dal 1° gennaio 2024. Nel caso in cui gli incassi dovessero superare il limite di € 100.000 l’uscita dal regime è, invece, immediata (cfr. Circolare agenzia entrate n. 32/2023).

Tali indicazioni, rese nello specifico interesse dei soggetti forfettari, interessano però tutti gli operatori economici in quanto tenuti ad osservare gli obblighi di registrazione e conservazione dei documenti certificativi delle operazioni di acquisto di beni e servizi effettuate con soggetti forfettari che pertanto saranno acquisiti, come per tutti i soggetti, dal sistema di interscambio dell’AdE.

Il mio Studio resta comunque sempre a disposizione per qualsiasi ulteriore necessità informativa e con l’occasione invio i migliori saluti.

1 - Esonero contributivo lavoratrici madri

Premessa.

La legge di Bilancio per l’anno 2024 (Legge 30/12/2023, n.213) ha introdotto per l’anno 2024 un esonero del 100% della quota dei contributi previdenziali Ivs a carico delle lavoratrici madri di due o più figli minorenni alle condizioni specificate di seguito.

Si tratta di una misura di carattere generale applicata sulla quota dei contributi a carico delle lavoratrici e, quindi, non rientra negli Aiuti di Stato e nemmeno è subordinata al possesso del Durc da parte datoriale.

A) Caratteristiche delle lavoratrici.

L’esonero è destinato alle lavoratrici che, nel periodo 01/01/2024-31/12/2026 siano:

- madri di tre o più figli, di cui il più piccolo abbia un’età inferiore a 18 anni (17 anni e 364 giorni);

- con un rapporto di lavoro, già instaurato od in corso di instaurazione, a tempo indeterminato.

In via sperimentale per il solo anno 2024, è sufficiente la presenza di due figli, di cui il più piccolo abbia un’età inferiore a 10 anni (9 anni e 364 giorni).

Il requisito si intende soddisfatto nel momento della nascita del terzo figlio per il periodo 2024-2026, mentre al momento della nascita del secondo figlio per il solo 2024.

L’esonero è applicabile anche in situazione di figli in adozione o affidamento.

B) Rapporti di lavoro agevolabili.

Le lavoratrici devono essere titolari di un rapporto di lavoro instaurato o in via di instaurazione:

- a tempo indeterminato;

. quando da tempo determinato viene trasformato a tempo indeterminato;

- anche a tempo parziale;

- di apprendistato;

- di somministrazione, nel rapporto di lavoro tra la somministrata e l’agenzia di lavoro somministrato.

C) Esempi.

                1) Madre con 3 figli alla data del 1/01/2024 con rapporto di lavoro a tempo indeterminato già in corso:

Applicazione esonero

Dal 1/01/2024

Compimento 18 anni figlio più piccolo

19/10/2025

Termine applicazione esonero

10/2025

                2) Madre con 2 figli al 1/01/2024 con rapporto di lavoro a tempo indeterminato già in corso:

Applicazione esonero

Dal 1/01/2024

Compimento 10 anni figlio più piccolo

19/07/2024

Termine applicazione esonero

07/2024

 

 

                3) Madre con 1 figlio al 1/01/2024, in attesa del secondo con nascita 11/06/2024:

Applicazione esonero

Dal 1/06/2024

Compimento 10 anni figlio più piccolo

Oltre il 2024

Termine applicazione esonero

12/2024

In caso di seconda gravidanza nel corso del 2024, se l’assunzione della lavoratrice avviene dopo la data della nascita del secondo figlio, l’applicazione dell’esonero decorre dalla data di assunzione.

                4)Madre di due figli al 1/08/2024, in attesa del terzo, nascita 2/03/2025:

Applicazione esonero

Fino al 12/2024 (2 figli nel 2024)

No applicazione esonero

Dal 01/01/2025 – alla nascita del terzo figlio

Applicazione esonero

03/2025 (nascita del terzo figlio)

Termine applicazione esonero

31/12/2026

D)caratteristiche dell’esonero.

- Esonero del 100% dei contributi Ivs a carico delle lavoratrici;

- nei limiti di € 3.000,00 annui e di € 250,00 mensili;

- riferibile a ciascun rapporto di lavoro e, quindi, riconoscibile da più datori di lavoro in ipotesi di contemporaneità di contratti;

- alternativo rispetto all’esonero Inps del 6% o 7% eventualmente in fruizione, con prevalenza dell’esonero delle lavoratrici madri nell’ipotesi di contestuale sussistenza di entrambe le misure.

E) Adempimenti delle lavoratrici.

Le lavoratrici aventi diritto devono comunicare al proprio datore di lavoro va volontà di fruire della misura in oggetto.

E’ necessario che vengano comunicati almeno:

- cognome e nome;

- codice fiscale dei figli che danno diritto all’esonero, in mancanza dei quali l’esonero non può essere riconosciuto.

In allegato alla presente si riporta il fac simile della dichiarazione che le lavoratrici devono rendere al datore di lavoro.

Alternativamente le lavoratrici potranno comunicare i dati inserendo le informazioni in un apposito applicativo che l’Inps metterà a breve a disposizione.

F) Adempimenti del datore di lavoro.

I datori di lavoro autorizzati espongono nel flusso Uniemens, a partire dal mese di competenza 02/2024, i dati delle lavoratrici aventi diritto, mentre il recupero degli arretrati di Gennaio 2024 potrà essere effettuato nei flussi di Marzo, Aprile o Maggio 2024.

Lo studio rimane a disposizione per ogni approfondimenti e per l'inoltro del modello da utilizzare per la formalizzazione della richiesta al datore di lavoro oltre che per ogni eventuale ed ulteriore chiarimento al riguardo.

 

Piazza XX Settembre, 2 - 21100 Varese - Tel. 0332/181.00.22 - Fax 0332/181.00.23 - Email: info@studiocastagna.eu - P.IVA 01827970128
Uso dei Cookie - Privacy